Poggio Al Vento: la biodiversità nell’accoglienza

5 marzo 2021

Poggio al vento, di proprietà della famiglia Mascelloni dal 1961, è stata sempre un azienda agricola a conduzione familiare. Agli esordi la produzione era prevalentemente dedicata per l’autoconsumo e solo una piccola parte dei prodotti come vino, olio, cereali e animali da macello, veniva usata per il commercio. Agli inizi degli anni settanta iniziò la produzione di cereali e di vini, con l’impianto di un ettaro di vigneto oltre a quello esistente, e la commercializzazione di vino in damigiane, “grandi bottiglie” di vetro da 54 litri.
Nel 1994 l’inaugurazione dei primi 3 appartamenti, poi gli altri 2, completando i giardini esterni.

Nel giorno di San Valentino del 2000 Poggio Al Vento inaugura, in concomitanza con la nascita della Denominazione Orcia, il primo vino imbottigliato: un Sangiovese. Nel 2002, in seguito ad un errore di coltivazione, un vigneto di mezzo ettaro produsse solo una tonnellata di uva: invece di perdersi d’animo, Roberto e la sua famiglia decide di realizzare un vino di qualità superiore a base di Sangiovese, aggiungendo il 15% di Cabernet Sauvignon.

 

 

 

 

 

Nasce così l’Arcere, invecchiato due anni in legno di rovere francese, il vino simbolo dell’azienda, che ne rappresenta la storia e l’impegno nella valorizzazione del territorio e delle sue peculiarità.

 

 

 

L’anima di Poggio Al Vento è nella biodiversità e nel rispetto del territorio, per trarne prodotti in armonia con l’ambiente. Così nascono i vini dell’azienda, ma anche l’olio extravergine di oliva, altro pilastro della produzione aziendale.

 

 

 

 

 

°Poggio Al Vento
 Strada di Ripa D' Orcia Loc. Poggio al vento, 
 53023 Castiglione d'Orcia (SI)
cantine val d'orcia
CANTINE ASSOCIATE
media consorzio vino orcia
PRESS MEDIA KIT
orcia
VIDEO
notizie vino toscana
NEWS