Un innovativo dispositivo ad ultrasuoni che allontana gli ungulati dai vigneti

29 maggio 2017

Giovedì 1 giugno 2017 alle ore 18:00 tutte le aziende del comparto agricolo sono inviate a partecipare alla presentazione del dispositivo a San Quirico d’Orcia

Nell’ambito dei compiti istituzionali assunti dal Consorzio del vino Orcia vengono affrontate importanti tematiche di attuale interesse per il comparto agricolo del territorio. Fra queste, gli “ungulati”, sono un serio problema a cui le aziende devono far fronte ogni anno prima del raccolto. Infatti, l’aumento demografico delle popolazioni di ungulati selvatici ha determinato un incremento significativo dei danni in agricoltura soprattutto alle produzioni vitivinicole.

Giovedì 1 giugno alle ore 18:00 presso il Salone Alessandro Magno di Palazzo Chigi (primo piano) a San Quirico d’Orcia un team di esperti dell’Università di Pisa presenterà un innovativo dispositivo che utilizza esclusivamente gli ultrasuoni per l’allontanamento degli ungulati. Il sistema è denominato ESCAPE PLUS DI NATECH.  

natech ungulatiI dissuasori ad ultrasuoni rappresentano una soluzione innovativa in grado di mitigare i conflitti esistenti tra ungulati selvatici ed attività antropiche in modo ecologico e nel rispetto delle caratteristiche fisiologiche e comportamentali degli animali.  Natech, in collaborazione con il CNIT (UdR Univ. di Pisa) e del Dipartimento di Ingegneria dell’Informazione dell’Università di Pisa ha realizzato un dispositivo che utilizza esclusivamente gli ultrasuoni per l’allontanamento degli ungulati denominato Escape Plus. La sperimentazione, durata diversi anni, è stata effettuata in campo presso le aziende Barone Ricasoli a Brolio, Frescobaldi a San Donato in Perano e in ambiente controllato presso il Parco Regionale di Migliarino San Rossore Massaciuccoli a Pisa producendo ottimi risultati sia in termini di efficacia sia in termini di affidabilità. Inoltre, i test effettuati hanno dimostrato che le diverse specie di ungulati (cinghiali, caprioli e daini) non mostrano sintomi di abitudine all’ultrasuono neanche dopo diversi mesi di sperimentazione.

Questa iniziativa rappresenta l’occasione ideale per conoscere le caratteristiche tecniche di Escape Plus, i risultati della sperimentazione effettuata e le possibili applicazioni in ambito vitivinicolo. Al termine dell’incontro sarà offerto ai partecipanti un aperitivo a base di vini Orcia.

Tutte le aziende del comparto agricolo sono invitate a partecipare!

È gradita la conferma ai seguenti contatti:  info@consorziovinoorcia.it tel. 0577887471

 

 

cantine val d'orcia
CANTINE ASSOCIATE
media consorzio vino orcia
PRESS MEDIA KIT
orcia
VIDEO
notizie vino toscana
NEWS