Proposta di Progetto Integrato di Filiera riunione pubblica il 6 dicembre 2017

28 novembre 2017

“SVILUPPO AGGREGATIVO E SOSTENIBILE DEL VINO IN VAL D’ORCIA”

La Regione Toscana ha pubblicato sul Bollettino Regionale, il 19 luglio 2017 5 il Decreto 30 giugno 2017, n. 9741. (Regolamento (UE) n. 1305/2013. Programma di sviluppo rurale della Regione Toscana 2014-2020. Approvazione del bando dei criteri e delle modalità di presentazione dei “Progetti Integrati di Filiera” Agroalimentare (in breve PIF) per l’annualità 2017. Nel rispetto del bando citato, l’Azienda Agricola Donatella Cinelli Colombini con sede legale: Loc. Casato, n 17 – 53024 Montalcino (SI), si candida in qualità di Capofila di progetto nel comparto vitivinicolo, proponendosi di organizzare un progetto volto alla valorizzazione del Vino in Val D’Orcia, raggruppando e favorendo l’adesione delle aziende produttrici nel territorio. Il bando definisce le caratteristiche principali del PIF, tra cui l’adesione di soggetti che vengono suddivisi in Beneficiari Diretti e Beneficiari Indiretti.

Il documento che elenca tutti i soggetti aderenti al progetto PIF è “l’ACCORDO DI FILIERA”. La sottoscrizione da parte dei soggetti aderenti al progetto è obbligatoria sia per i beneficiari diretti che per i beneficiari indiretti. Per raggiungere gli scopi e le finalità, il presente PIF intende mettere in atto le seguenti strategie:

1. FAVORIRE I PROCESSI DI RIORGANIZZAZIONE (Investimenti materiali riferiti alla realizzazione di strutture per la trasformazione – Misura 4.2.1 – Misura 4.1.3);
2. EFFICENTARE I PROCESSI PRODUTTIVI IN CAMPO, MEDIANTE IL SUPPORTO DI MISURE INNOVATIVE (investimenti materiali riferiti alla produzione primaria in campo – Misura 4.1.3 – Misura 16.2);
3. FAVORIRE LO SVILUPPO DI TECNOLOGIE PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA DA FONTI RINNOVABILI (Misura 4.2.1 – Misura 4.1.5)
4. FAVORIRE LA COMMERCIALIZZAZIONE DEL PRODOTTO NEI CANALI TRADIZIONALI (G.D.O. e HO.RE.CA – Rete di Imprese 16.3);
5. STRATEGIA COMUNE, QUESTA COLLOCATA SOTTO UN UNICO DENOMINATORE, CON L’INTENTO DI COMUNICARE UN MESSAGGIO TERRITORIALE COLLETTIVO (Rete di Imprese Misura 16.3 – Misura 1.2);

Il capofila, il quale opera con la propria struttura nell’area di produzione e pertanto i soggetti aderenti a tale progetto PIF si vedranno impegnati nella realizzazione di investimenti attuati dai singoli componenti del PIF, mediante la compilazione della scheda di adesione e la sottoscrizione di un “ACCORDO DI FILIERA” vincolante fin d’ora per tutti gli aderenti al progetto. Si propongono i seguenti limiti generali per l’adesione:

1. essere un produttore operante nel territorio della Val d’Orcia, il quale produce vino nelle denominazioni elencate: ORCIA; CHIANTI COLLI SENESI; CHIANTI SUPERIORE; IGT TOSCANA e/o MATERIA PRIMA (uva);
2. aver prodotto almeno vino e/o uva negli ultimi 5 anni;
3. per l’efficacia della filiera e per i vincoli posti dal bando, con l’adesione si accetta di mantenere gli accordi di filiera validi per almeno 5 anni;
4. le Imprese aderenti devono operare/produrre vino e/o uva limitante nei comuni di TREQUANDA; MONTALCINO (limitatamente alla zona di produzione della DOC ORCIA); PIENZA; CASTIGLIONE D’ORCIA; RADICOFANI; CHIANCIANO TERME e SAN QUIRICO D’ORCIA.
5. Gli investimenti proposti nella filiera, devono avere un indirizzo prevalentemente orientato alla trasformazione/commercializzazione.
6. Impegnarsi a conferire/vendere il prodotto finale presso i punti vendita organizzati partner del Progetto.

Si chiede a tutti coloro che intendano aderire alla presente filiera di dare comunicazione di adesione irrevocabile mediante la compilazione del modulo di adesione, scaricabile dal sito del capofila (www.cinellicolombini.it), entro e non oltre venerdì 08/12/2017. Visti tempi di scadenza per la presentazione del PIF fissati al 03/01/2018 ore 13, si è fissata un’audizione pubblica di presentazione del presente PIF, per il giorno mercoledì 6 Dicembre alle ore 15,30 presso i locali dell’Azienda Agraria Donatella Cinelli Colombini, Fattoria del Colle, Località Colle – 53020 Trequanda (SI); durante il quale saranno esposti nello specifico sia le strategie di progetto che i limiti che il bando e il proponente fissano per la partecipazione.

Il presente documento viene pubblicato sul sito della Confederazione Italiana Agricoltori (www.ciatoscana.eu), sul sito del Capofila (www.cinellicolombini.it), sul sito del Consorzio del Vino Orcia (www.consorziovinoorcia.it) e su un quotidiano a tiratura regionale.

 

 

cantine val d'orcia
CANTINE ASSOCIATE
media consorzio vino orcia
PRESS MEDIA KIT
orcia
VIDEO
notizie vino toscana
NEWS